(IN) Netweek

MILANO

Sala punta su export e internazionalizzazione Il vicepresidente: «E’ la strada giusta per rafforzare la presenza all'estero delle nostre realtà, abbiamo ricevuto moltissime richieste»

Share

Promozione dell'internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale lombardo e sviluppo dell'export in Paesi esteri attraverso il consolidamento della presenza e della capacita' d'azione delle Piccole e medie imprese: sono gli obiettivi della delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta del vicepresidente e assessore a Ricerca, Innovazione, Universita', Export e Internazionalizzazione Fabrizio Sala.

Per la 'Linea Internazionalizzazione' Regione Lombardia mette a disposizione ulteriori 6 milioni di euro, in aggiunta ai 7 approvati nel maggio scorso coi Fondi Por Fesr.

«In soli due mesi - ha detto Fabrizio Sala - abbiamo già ottenuto richieste per quasi sei milioni di euro da parte delle nostre aziende, un dato che ci indica che questa e' la strada giusta per rafforzare la presenza all'estero delle nostre imprese».

L'intervento prevede finanziamenti di medio-lungo termine a tasso zero, di importo compreso tra 50 e 500.000 euro e durata da tre a sei anni (di cui massimo due di preammortamento), che coprono fino all'80 per cento degli investimenti in programmi di internazionalizzazione (con l'esclusione delle attivita' connesse all'esportazione verso Paesi terzi o Stati membri) che siano realizzati entro 18 mesi dalla concessione dell'agevolazione e di importo minimo di 62.500 euro.

Sono finanziabili le spese sostenute per la partecipazione a fiere internazionali (per esempio l'affitto degli spazi, il noleggio degli stand e dei materiali di allestimento, la quota di partecipazione e i servizi di trasporto dei campionari), per la promozione dei prodotti in showroom o spazi espositivi temporanei (sei mesi) all'estero, per servizi di consulenza, per l'ottenimento di certificazioni estere e per il personale impiegato nel progetto di internazionalizzazione (30% del totale delle spese ammissibili).

«Dobbiamo offrire alle nostre imprese - ha concluso il vicepresidente - gli strumenti piu' adeguati per potersi confrontare con mercati internazionali strategici, incrementando cosi' il valore aggiunto e l'occupazione sul nostro territorio».

Leggi tutte le notizie su "Alessandria"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 12 Agosto 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.